GRAZIE…Roberto Vecchioni!!!

Martina

Carissimi giovani dell’AISM, amici miei, vi mando un saluto affettuoso da Sanremo.

La vostra tenace idea di vivere liberi dalla sclerosi multipla è uno sprazzo di sole in questo tempo a volte cupo, una luce di cui potete e dovete essere orgogliosi, perché “le idee sono come farfalle che non puoi togliergli le ali / perché le idee sono come le stelle che non le spengono i temporali”.

Il futuro è dei giovani, il vostro futuro è in mano vostra. Dateci dentro!

Con queste parole Roberto Vecchioni ci ha mandato il suo saluto da Sanremo dove con il brano “Chiamami ancora amore” si è aggiudicato il primo premio del 61° Festival della canzone italiana.

E adesso è arrivato il nostro momento ragazzi di ringraziare un grande cantautore della musica italiana che in più occasioni ci ha dimostrato il suo affetto e il suo appoggio nella lotta contro la SM. Forse non tutti lo sanno ma questa non è la prima volta che Roberto Vecchioni ci invia un suo messaggio anzi come dichiara lui stesso nell’intervista su SM Italia ha dedicato molti suoi spettacoli all’AISM e anche durante il secondo Convegno Giovani Nazionale tra i vari messaggi abbiamo visto anche il suo. Credo di parlare a nome di tutti i ragazzi AISM dicendo che per tutto questo siamo molto grati a Roberto Vecchioni per tutto questo. Penso e non credo di essere l’unica che le sue canzoni siano delle poesie che hanno fatto, fanno e continueranno a far sognare giovani e meno giovani in un mondo dove ormai si dà così poca importanza a valori importanti.

Concludo questo breve post riprendendo le sue parole:

e a tutti i ragazzi e le ragazze che difendono un libro, un libro vero così belli a gridare nelle piazze perché stanno uccidendo il pensiero…

Grazie Roberto Vecchioni!!!

watch?v=nHdy7RbXKJM&feature=player_embedded

4 commenti

  1. Hai ragione Martina!va ringraziato..ecco un’altra canzone non solo da ascoltare ma da vivere..un inno anche questo per chi è giovane e ha dei sogni come noi young,come tutti del resto..

    ” E ti diranno parole
    rosse come il sangue, nere come la notte;
    ma non è vero, ragazzo,
    che la ragione sta sempre col più forte; io conosco poeti
    che spostano i fiumi con il pensiero,
    e naviganti infiniti
    che sanno parlare con il cielo.
    Chiudi gli occhi, ragazzo,
    e credi solo a quel che vedi dentro;
    stringi i pugni, ragazzo,
    non lasciargliela vinta neanche un momento;
    copri l’amore, ragazzo,
    ma non nasconderlo sotto il mantello;
    a volte passa qualcuno,
    a volte c’è qualcuno che deve vederlo.

    Sogna, ragazzo sogna
    quando sale il vento
    nelle vie del cuore,
    quando un uomo vive
    per le sue parole
    o non vive più;
    sogna, ragazzo sogna,
    non cambiare un verso
    della tua canzone,
    non fermarti tu…

    Lasciali dire che al mondo
    quelli come te perderanno sempre;
    perchè hai già vinto, lo giuro,
    e non ti possono fare più niente;
    passa ogni tanto la mano
    su un viso di donna, passaci le dita;
    nessun regno è più grande
    di questa piccola cosa che è la vita

    E la vita è così forte
    che attraversa i muri senza farsi vedere
    la vita è così vera
    che sembra impossibile doverla lasciare;
    la vita è così grande
    che quando sarai sul punto di morire,
    pianterai un ulivo,
    convinto ancora di vederlo fiorire

    Sogna, ragazzo sogna,
    quando lei si volta,
    quando lei non torna,
    quando il solo passo
    che fermava il cuore
    non lo senti più ;
    sogna, ragazzo, sogna,
    passeranno i giorni,
    passerrà l’amore,
    passeran le notti,
    finirà il dolore,
    sarai sempre tu …

    Sogna, ragazzo sogna,
    piccolo ragazzo
    nella mia memoria,
    tante volte tanti
    dentro questa storia:
    non vi conto più;
    sogna, ragazzo, sogna,
    ti ho lasciato un foglio
    sulla scrivania,
    manca solo un verso
    a quella poesia,
    puoi finirla tu.”
    Grazie:)

  2. Grazie a queste meravigliose parole sembra poco, ma è un grazie sincero rivolto a quest uomo che cm noi crede in un domani e in un mondo migliore. Credere e lottare è la linfa del nostro credo un mondo libero dalla sclerosi multipla, non arrendersi. Queste parole servono a caricare sempre di più la voglia di noi giovani che dentro di noi non morirà mai, xchè siamo uniti e perchè c crediamo con il cuore e non solo con la mente. Grazie Roberto Vecchioni che accompagna il nostro futuro con fiducia e stupende poesie.

  3. Grazie 1000 !!! credo che la canzone di Vecchioni era l’unica innovativa del Festival ed ha stra meritato di vincere…
    innovazione ed affermazione dei diritti.. direi una canzone ed un artista a pieno titolo Young forever !!!! emozionata dal pensiero che ha avuto per noi un grande artista.. grazie ed ancora grazie !!!

  4. GRANDE VECCHIONI !!!
    DIO VI BENEDICA TUTTI.

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali