7ospiti@7blogger: un atleta in Movimento!

Avatar

Fabrizio Vignali corre sin da quando era un ragazzo, all’epoca gareggiava ai Giochi della Gioventù. Oggi è un atleta che ha collezionato molte vittorie, non solo nazionali ed europee, ma anche mondiali.

Al telefono mi racconta brevemente la sua storia nel mondo dello sport e dalle sue parole traspaiono la  tenacia e la determinazione con cui affronta le sfide della sua vita di atleta e i sacrifici e la fatica che questa comporta.

Ma per lui lo sport non è solo una grande passione, l’impegno della sua vita, un obiettivo. Lo sport è per Fabrizio anche uno stimolo. Quello stimolo che l’ha portato a dire, dopo la diagnosi di SM:

“A QUESTO ROSSO NON MI FERMO”

 Si perchè Fabrizio convive da cinque anni con la sclerosi multipla e con tutto ciò che essa comporta, farmaci ed effetti collaterali compresi.

Ma nella corsa, nell’allenamento quotidiano ha trovato enormi benefici; racconta “mi sono accorto che correndo sto meglio. Se io mi fermassi anche solo per qualche mese sicuramente favorirei il progredire della SM, mentre ho potuto verificare che allenandomi con costanza favorisco il mio organismo e questo ha dei benefici anche rispetto alla sclerosi multipla”.  Intanto i neurologi e i medici che lo seguono “studiano” da vicino la straordinaria reazione del suo corpo agli sforzi ai quali  Fabrizio si sottopone in allenamento e in gara.

Nella sua carriera è salito su molti podi: Campione Italiano nei 50 km nel 2010; Campione Europeo di Duathlon nel 2009 e nel 2010; Campione Italiano di 800m in pista sempre nel 2010…molti altri successi hanno scandito gli ultimi anni. Li ricorda tutti con grande soddisfazione, ma la vittoria che lo ha emozionato di più è stata quella avvenuta nel settembre 2009 in Carolina (USA) nel Duathlon “vincere negli Stati Uniti è stato bellissimo, gareggiavo contro degli atleti molto forti”.

Oggi Fabrizio ha di nuovo al suo fianco atleti e amici veri, gli stessi con cui correva una volta: Panetta, Mei, Lambruschini…ritorvarli dopo la diagnosi è stato importante e sentire la loro vicinanza e il loro incitamento è una spinta in più verso nuovi traguardi!

Ai giovani con SM dice: “Reagite, muovetevi, non vi arrestate!” perchè la SM si combatte in Movimento!

La prossima sfida? La 50 km di corsa in montagna “Pistoia-Abetone”…forza Fabrizio, tifiamo tutti per te!!!

12 commenti

  1. Grazie Fabrizio per la tua meravigliosa intervista, la frase <> è veramente bellissima, mi ha emozionato tanto!!!

    Silvietta sei stata bravissima!!!

  2. “Reagite, muovetevi, non vi arrestate!” perchè la SM si combatte in Movimento! ecco la frase, non so perchè non l’ha riportata nel commento precedente… misteri del web! 🙂

  3. per me che dopo 400 metri ho la lingua di fuori è un mito!!!!!!!!!!

  4. straordinaria…!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  5. Avatar Daniela N. Reply to Daniela

    Mi sono emozionata :-)…bellissima testimonianza!!!

  6. Grandissimo Fabrizio!

  7. Correre fa sentire liberi..

  8. Avatar Silvia Lovato Reply to Silvia

    Go Go Fabrizio!!!!!!!!

  9. mamma mia, la Pistoia-Abetone è davvero una sfida! Ho trovato qualche dettaglio sul percorso e sono già..stanca! http://www.pistoia-abetone.net/index.php?option=com_content&view=article&id=36&Itemid=27&lang=it

  10. @ Ale: per Fabrizio lo sport, la corsa è uno stimolo, come scrivi tu lo rende libero…ma lui stesso ha voluto sottolineare che non è l’unico mezzo possibile per la libertà! Ognuno può trovare il suo, quello stimolo affine con la propria personalità, storia ecc…per andare “oltre lo stato ovvio delle cose” (citazione ormai famosa 😉 )

  11. RAGAZZI, QUESTA SM NON CI DISTRUGGERA’
    MAI

  12. Yeah, that’s the ticekt, sir or ma’am

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali