Mille pensieri in testa

Ilaria

In questo periodo mi accorgo di non avere nessuna pazienza, forse perchè nella mia vita ne ho avuta così tanta che ora mi sono stancata, sapete se ogni persona sulla faccia della terra riscoprisse cosa significa avere rispetto per l’altro si vivrebbe meglio. Vorrei che in ospedale se ti danno un appuntamento ad un ora quella sia, al massimo un ritardo di 10 minuti, vorrei che le persone che si ubriacano e si mettono al volante rovinassero la loro vita e non quella di chi malauguratamente incrociano per strada, Io vorrei che chi nei giorni della settimana a notte fonda canta e urla e sveglia chi dorme, quando avrà un appuntamento importante qualcuno faccia lo stesso a lui, perchè la maggior parte della gente non usa il cervello??? Fidatevi che serve a qualcosa, se ce l’hanno dato! Perchè poi pensi ma essere una buona persona chi me lo fà fare se poi in questa società non esisti e anzi sei penalizzato di continuo?

Sono terribilemente stanca di vedere persone che vivono di apparenza, di vedere mille maschere sui volti. La gente deve fingere di essere quello che non sono, dire, indossare quello che ti dicono, omologarsi per campare, addirittura cambiare il voto perchè assunti in un determinato posto. Ma si può essere più vuoti di cervello? Quelli che stanno lì aspettano poi gli dici qualcosa e non capiscono sembrano zombie, svegliaaaaaaaaa muoviti! Ho conosciuto persone che chiaccherano e chiaccherano. Credono di saper fare tutto che sono indispensabili e ostentano ogni cosa per sentirsi superiore, persone che solo nell’umiliare un altra persona si sentono finalmente qualcuno.

Vedete io sono una persona normale di quasi 28 anni che ne ha viste e passate tante. Mi conosco, so che ho un cuore grande, che se hai bisogno d’aiuto mi precipito anche solo per compagnia, so che quando ho bisogno io sono quasi sempre sola, so che non sopporto la mia innata capacità che se credo in qualcuno faccio sempre gli stessi sbagli, so che se il mio istinto boccia una persona quella non sarà mai una scienza perché c’azzecca al 95%.

Se vi mettete a pensare a quante cose ci sono che vorreste cambiare, impazzirete. E allora vedete: nessuno può cambiare o salvare il mondo, ognuno però può fare qualcosa per il suo “mondo”, tutti i giorni mettere un pensiero nella testa anche di sconosciuti che incontri per strada, essere sicuri che quello che hai dentro è qualcosa di speciale che tante persone non potranno mai capire e pensare che sono sfigati loro non noi!

Che ne dite ognuno di voi riesce a cambiare il suo mondo????


12 commenti

  1. fortunata a conoscere una persona speciale come te ila! bel post, mi rivedo molto vista la mia fase/voglia di cambiare tutto della mia vita!!! non impazzisco però,giuro! metterò ogni tassello al posto giusto giorno dopo giorno 🙂 bacio

  2. Avatar Maria Teresa Titti Reply to Maria

    Ciao Ilaria, personalmente non riesco a cambiare il mondo, non ci sono mai riuscita. La vita me ne ha presentate di situazioni in cui avrei urlato in faccia a qualcuno, ho pianto per il nervoso, ho gridato le mie ragioni ma..Niente, sembrava di parlare ad un muro, neanche ad una montagna che al massimo ti rimanda indietro l’eco facendoti sembrare che qualcuno abbia ascoltato le tue parole. Un giorno ho capito che posso solo rinforzarmi e indossare un impermeabile dove le cose scivolino come l’acqua della pioggia addosso a me senza bagnarmi..Ho capito che c’è da lavorare molto su me stessa per non lasciarmi ferire o travolgere totalmente dalle emozioni negative che mi fanno male.. Non è facile, ma anche quando ci riesco una sola volta su cento è un passo. Ed ogni viaggio, anche il più lungo , inizia dal primo passo.
    Un abbraccio forte
    Titti

  3. Ciao Ilaria, grazie per questo post. Leggendolo ho provato due emozioni tra loro discordanti: rabbia e gioia. Innanzi tutto rabbia perchè in qualche modo le tue parole descrivono abbastanza bene anche il mio modo di vedere, le mie esperienze e le mie sconfitte. Odio avere a che fare con gente superficiale che vive solo su fb, che da importanza all’apparire e non all’essere, che mette spesso il cervello in standby, che non da peso al concetto di amicizia. Quando penso a tutto il ciarpame che mi circonda ho voglia di spaccare tutto, di scardinare lo status quo, di gridare al mondo che io non sono così. E proprio in questa tua volontà di sovvertire le cose nel nostro “mondo” noto con molto piacere che non sono solo. 🙂

  4. Giusto Gigi la gente vive solo su fb!!!!!! e grazie che non siamo soli!!

  5. Nonostante io abbia solo 16 anni mi trovo daccordo con te,Ilaria,e sai perchè?
    Perchè io ho paura di perdere ogni cosa,persino di perdere le energie,perchè la SM è una mia compagna di vita ormai,perchè la terapia è devastante..e quando leggo o sento dire da persone o ragazzi della mia età che hanno paura della verifica,del professore,della reazione dell’amico,della reazione dei genitori..beh mi incazzo!Perchè non sanno realmente cosa significhi avere Paura! Perchè poi escono fanno i coglioni si ubriacano e si fanno le canne..e alla fine piangono se i genitori li prendono a schiaffi..e allora mi domando,Perchè a me la SM?! è una domanda senza risposta questa,lo so benissimo,ma quando la rabbia si prende il controllo del mio essere è questo quello che ne esce! Questo è un po come uno sfogo,ma tante volte è anche il mio pensiero,proprio perchè è difficile vivere con una compagna di vita indesiderata e che ti distrugge!

  6. Bè Francesca 16 anni ma col cervello! sai una volta qualcuno mi disse questi fardelli come la Sm capitano solo a persone speciali forti che sanno reggerli capaci di nn autodistruggersipesantemente. Un pò ci credo perchè vedo la mia e la forza di tante persone con Sm che conosco. Le paure della scuola lo sò sono cazzate in confronto alla nostra ma è la vita questi ragazzi nn hanno niente altro e sinceramente avendoli conosciuti tanti di “ragazzini” ti dico che me fanno anche un pò pena.Chissa forse col tempo almeno qualcuno riuscirai a farli crescere e entrare nel tuo mondo per poter essere migliori, ci vorrà tempo ma spero che alla fine anche solo uno cambierà. un abbraccio

  7. Avatar Dany Dibby Reply to Dany

    Toccante e fantastica come sempre ila…
    Appena ho letto il titolo ho pensato a me stessa e a come mi sento in questo momento…brutto periodo, davvero brutto.Però leggendo tutto l’articolo ho capito che non sono l’unica “scema” sulla faccia della terra…Si scema, perchè è così che mi sento quando mi faccio ferire da persone in cui credevo,da persone che pensavo che fossero mie amiche e invece non si sono dimostrate tali!!!Sicuramente i miei problemi sono infinitamente più piccoli rispetto a quelli che devi affrontare tu ogni giorno, ma fanno male comunque.Dico sempre di voler cambiare, di voler diventare più str…. ma poi non ci riesco, anzi mi faccio ancora più male!Che bello sarebbe se riuscissi ad indossare l’impermeabile di Titti, quante volte ci ho provato,ma il mio era impermeabile solo all’apparenza assorbivo tutto.
    Sai, però che mi dico quando ho il morale in queste condizioni…sorridi Dany, il tuo sorriso farà sorridere qualcun altro e tutto il resto non avrà più senso!!! un bacio

  8. Dany sorridi si, guardati allo specchio e ridi del mondo! Anche io ho,forse stò sempre soffrendo per un amicizia e mi odio ogni volta per quanto bene dal cuore dono per poi ricevere calci ma se una persona ha un cuore grande non ci sono impermeabili, dentro l’acqua penetra. No nn dobbiamo diventare stronze dobbiamo batterci per sentirci fiere di essere sceme perchè noi siamo speciali e importanti gli altri se lo capiscono bene se no sono delle povere persone…….

  9. Ila.. non sei sola e ti dico grazie per il fatto che investi su alcune persone.. perchè.. perchè so che nel bene e nel male sono tra queste.. anche se spesso ti prendo un po’ in giro. Ma in fondo è una cosa reciproca.. una dimostrazione d’affetto.

    Francesca. Sai a 16 anni non avevo la SM eppure ritenevo stupidi i miei compagni per i tuoi stessi motivi e per le tue stesse ragioni.. semplicemete perchè capivo che le cose importanti erano altre, le cose di cui discutere erano altre. Oggi ho 24 anni e da quando avevo 19 anni vivo una situazione simile alla tua.. Sai una cosa? Ho le tue stesse ansie e le tue stesse paure.. ma non ho più compagni stupidi. I miei amici del liceo gli ho persi quasi tutti di vista.. e quei pochi che sono rimasti hanno capito molte cose di me. Oggi ha poche ma importanti amiche al di fuori di AISM. Sono le mie compagne di università. Loro mi dicono sempre grazie. Perchè? Perchè dicono che sono fortunate a conoscermi in quanto stando con me hanno imparato quali sono le vere sfide della vita e quali cose bisogna apprezzare.. pur potendo solo immaginare, non capire quali sono le mie paure. Mi stanno vicino e sono le mie prime fan che mi spingono ad andare avanti verso i traguardi che mi attendono cercando di aiutarmi a superare le mie paure. Ecco.. quello che ti voglio dire è che Ila ha ragione.. possiamo cominciare a cambiare il nostro mondo. Ha ragione Gigi quando dice che vuole gridare di non essere come la massa.. Hai ragione tu a sentire l’inadeguatezza dei tuoi coetanei.. ma per esperienza ti dico che per fortuna non sono tutti così..! Vedrai che tu come me avrai la fortuna di incontrare delle persone tutte da scoprire, tutte da amare, tutte da vivere.. con cui condividere gioie e paure più o meno grandi e in cui rifugiarti anche quando loro non possono darti risposte.. quando non possono capire quanto si sta male con la terapia.. ma che ci sono e magari ti fanno compagnia anche quando tu stai male. Senza superficialità. Con rispetto..

  10. Grazie Ale..comunque lo so benissimo che incontrerò persone che mi aiuteranno e che mi staranno accanto aiutandomi a crescere ancor di più! Ovviamente le paure rimarranno ma posso assicurarti che per mia grandissima fortuna non tutti i miei coetanei sono come ho descritto e so per certo di poter contare su alcune persone,forse poche ma importanti.Di una cosa sono sicura,la SM sarà anche dura e tutto quello che vogliamo ma aiuta in un certo modo a crescere,e ovviamente la mia voglia di vincere è più grande!

  11. ragazzi belli vi ho scoperto solo ora, e una delle cose che vedo di più o perlomeno si avvicinano a me è il fatto che cmq vada si rimane soli e ci si domandano un sacco di perche?io provo rabbia nei confronti di chi ci discrimina a partire dalle amicizie..anche io desidero un mondo normale e cn gente che almeno ci prova a capirmi..io nn voglio essere COMPATITA ma CAPITA.un buon Natale a voi.benedetta

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali