Storie per un mondo libero dalla sclerosi multipla

1 commento

  1. patrizia marchi Reply to patrizia

    Ciao, anche per me il neurologo è un problema, il primo che mi ha diagnosticato la sm l’ho sostituito dopo sei anni perchè quando ho chiesto di provare un farmaco che per la sm non era valutato molto bene ma per la incontinenza era portato alle stelle, si chiama Satifex ed è a base di thc , alla mia richiesta di poterlo provare lui mi disse che le sue informazioni non ne davano vantaggio per l’incontinenza e che semmai dovevo provare nel modo naturale, io non capivo ma poi lui si spiego meglio e mi disse di fumarla (la cannabis) al che risposi risentita che avevo smesso di fumare sigarette e non avrei ricominciato, anche perchè non mi vedevo ad andare a chiedere una dose di Marjuana come una povera disgraziata. E lì finì la mia avventura col primo neurologo il secondo mi dà ancora problemi sulla reperibilità, non riesco mai a parlarci, parlo sempre con le infermiere del reparto che pur se preparate non sono la stessa cosa.ed anche le visite sono divenute non più annuali ma biennali quindi ora sono a caccia di un nuovo neurologo, magari donna stavolta, chissa……

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali