La sclerosi multipla mi ha reso più forte

GiovaniOltrelaSM
Ho avuto il primo vero disturbo ad aprile 2020 con vertigini durate una settimana. Il secondo episodio a dicembre dello stesso anno, pensavamo ad un disturbo alla cervicale.

A settembre 2021 si ripresentano le vertigini, accompagnate da una perdita di sensibilità alla parte destra del viso a quel punto mi hanno consigliato di fare una risonanza magnetica ed è risultata una possibile diagnosi di sclerosi multipla.

In quegli istanti il mondo mi è crollato addosso, ho subito pensato al peggio, ma poi mi sono detta: “perché buttarsi giù? La vita va affrontata al meglio!

La malattia mi ha subito messo alla prova, nei giorni successivi è peggiorata, ho cominciato a vedere male, tutto sfuocato, non riuscivo a tenere gli occhi aperti.

Questo peggiorava anche le vertigini, dopo alcuni giorni mi hanno ricoverato, ho iniziato il cortisone e mi hanno sottoposto ai vari esami per confermare la diagnosi, la rachicentesi e la risonanza magnetica con contrasto, dopo una settimana mi hanno dimesso.

Nelle settimane successive i sintomi aumentavano, con spasmi al viso. Così mi sottopongono di nuovo ad una risonanza magnetica, dopo un mese esatto e mi comunicano due nuove lesioni.

Da quel momento inizio la terapia, un’infusione di natalizumab ogni 28 giorni. Da quel momento è cominciata la ripresa durata circa 4 mesi.

Per me la sclerosi multipla è stata una rinascita, mi ha dato tanta forza, mi ha permesso di vivermi a pieno ogni momento della mia vita, mi ha fatto capire il valore delle persone e delle cose che mi circondano.

Non so quello che mi aspetta in futuro ma so che in questo momento voglio vivermi tutto al massimo, sto imparando a convivere con la malattia, so che non posso dare più tutto per scontato, è probabile che a volte non tutto vada secondo i piani ma va bene cosi.

Cecilia

Se vuoi condividere la tua storia su queste pagine scrivi a blog@giovanioltrelasm.it

2 commenti

  1. Avatar Massimo Francesco Reply to Massimo

    Grande Cecilia, forza e coraggio

  2. Tutti noi vogliamo essere come la madre ci ha fatto natto…. dalla nostra malattia dobiamo essere forti e grazio al DIO viveremo al nostro vita come il meglio possibile.
    Sonno Elton e vivo in Albania ed imparato vivere la mia vita con la malattia ora e parte della mia vita.

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali