Basta tagli! Roma manifesta contro la chiusura del Santa Lucia

Alessia

A Roma, il Santa Lucia chiude i battenti? La giunta regionale dice di no e addossa la colpa della disastrosa situazione economica alla precedente amministrazione, ma a noi non interessa il dibattito politico. Vogliamo solo sapere che fine faranno i migliaia di pazienti, anche con SM, che oggi seguono un progetto riabilitativo in questa struttura!

Ieri i dipendenti del Santa Lucia si sono dati appuntamento per un sit davanti al palazzo della Regione, chiedendo alla governatrice di mantenere la promessa di qualche mese fa: il Santa Lucia continuerà a svolgere la propria attività! (vedi La Repubblica)

Brevemente, ricordiamo che questo IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico), rappresenta per la città di Roma e per l’intera regione uno dei centri di eccellenza per la riabilitazione neuro-motoria. La fondazione Santa Lucia, inoltre, da anni collabora con l’AISM provinciale. Insieme, nel tempo, abbiamo lavorato per permettere alle persone con SM una sempre migliore qualità di vita.

Chiudere il Santa Lucia o continuare a tagliare i fondi, toglierà la possibilità a tantissime persone di fare quella riabilitazione che, nel caso della SM e delle altre malattie neurologiche, i medici tanto raccomandano. E’ qualcosa che non possiamo permetterci! E’ giunto quindi il momento di dimostrare con i fatti che le parole e le promesse date, non sono solo slogan pubblicitari per raccogliere consensi.

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali