Manca poco alle mele ed è arrivata la gastrite

Ilaria

Come mai  ad ottobre e a marzo mi viene la gastrite??? Facile organizzo le manifestazioni!!!!

UN CALDERONE DI COSE DA FARE, manda le lettere, autorizzazioni, suolo pubblico, scarico mele, volontari, attacca i manifesti, apertute, chiusure piazze, AIUTO!!!! Organizzando in modo sia attivo che passivo le manifestazioni come Una Mela per la Vita  dal 2005, vi dico la verità ogni anno è una sfida contro il tempo, le istituzioni e il mio stomaco. Si il mio stomaco perchè ha acquisito una sottospecie di sesto senso da manifestazione, è scaltrissimo ogni anno tac, arriva puntuale la gastrite. Il tanto, a volte troppo, in poche persone lavoro  da fare e soprattutto l’ansia dell’aspettativa che si riesca a raccogliere il più possibile vendendo tutte le mele la sento,  non lo sò è un difetto o un pregio del mio carattere SENTIRE diciamo pure assimilare lo stress, le paure, mie e degli altri. Insomma dopo tanti anni uno pensa di esserci abituato invece vi assicuro che per me ogni volta è una battaglia.

E il risultato ?? Quello lo spero, ma lo saprò lunedì 10 quando dovremmo avere finito 😀 vi posso dire però quello che accadrà in piazza e vediamo se tutto il mondo è paese!

Vecchiette che ti dicono che dal fruttivendolo sotto casa, le mele le fanno un euro al kg.

Una busta la compri te e mordi mele per tutto il giorno.

Incominci ad avere la terribile ansia della mancanza di mele verdi e rosse.

Incominci ad odiare le mele gialle che sono sempre troppe.

Guardare con occhi ammirati chi non vuole il resto!!!

Fare l’identikit della persona che ti dice “Ripasso dopo”

Mettersi a camminare e saltellare per non sentire freddo.

Beccarsi ogni volta il signore/a che ti chiede “Questi soldi dove vanno?”

Signora che ti chiede se abbiamo  le pere o se abbiamo  il tipo di mele annurca  (che scusate la mia ignoranza,  ma non conoscevo)

Turisti che ti chiedono indicazioni, poi ti guardano e tu dici “Charity”o “Beneficence” con il  poco inglese che mastichi.

Una volta mi è anche capitato un predicatore che urlando sotto il palazzo predisse l’apocalisse per due orette bone!!!

Insomma tanti aneddoti che rimarrano sempre con me, e non vedo l’ora di sapere cosa accadrà quest’anno, quindi VI ASPETTO L’8 E il 9 OTTOBRE IN PIAZZA!!

 

 

 

12 commenti

  1. Complimenti per la vena tragi-comica, fantistico 🙂

  2. Sotto con il Gaviscon allora….

  3. o gente che dice di non avere soldi, ma si lascia tradire dai suoi vestiti, accessori e varie buste che ha in mano…
    ma scommetto che non ti è mai capitato una che ti dice “posso pagare col bancomat?”:D:P

  4. ..le ha già prese mia moglie/marito…(si..dove?)

    ..ma per fare la torta quali mi consiglia?

    ..ma quali sono le più buone? (quelle di cui se ne ha di più 😉 )

    ..(al supermercato) me lo potete tenere il cane? Così quando esco le compro….

    e poi le note positive…..

    ..le piglio perchè vi conosco e di voi mi fido…

    ..le prendo perchè lei ha proprio la faccia da bravo ragazzo…

  5. non vi è mai capitato persone arrivare allo stand con un sacco di mele dicendo: “vanno bene per la raccolta alimentare?” 🙂

  6. ma questo è solo il lato divertente delle manifestazioni, ciò che rimane nel cuore sono le tante persone generose e sensibili che si incontrano, che si fermano con te allo stand e ti regalano la carica necessaria per rimanere in piazza anche con il freddo e con la pioggia…

  7. Mi sono dimenticata! Quelli che dicono “Le ho comprate ora alla coop” e tu signora non compra mele ma Ricerca Scientifica! Non è un banchetto di frutta, nè siamo rompi che ti vogliono incastrare con qualcosa noitutti i volontari AISM Che mettono la faccia sono lì per liberare il mondo dalla sm!!

  8. Ahahahaha!! Si prospetta una due giorni divertente mi sembra di capire! 🙂
    Io sono alla mia prima “esperienzaMele”!!! vi farò sapere 😉
    Abbracci a tutti e buone meleeeeee!!! ^^

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali