Storie per un mondo libero dalla sclerosi multipla

“Dopo tanti sforzi è nato mio figlio, il mio motivo per non mollare mai”

GiovaniOltrelaSM

Una sclerosi multipla che si presenta aggressiva già dai primi momenti, poi il recupero, la notizia di non poter avere figli e alla fine il coronamento di un sogno: la gravidanza. Questa è la storia di Francesca, che oggi ha 38 anni e che non si è data per vinta.

Vorrei raccontarvi la mia storia.

A 19 anni sono stata in ospedale per 6 mesi. All’epoca i medici erano convinti che fossi una malata immaginaria, una ragazza che sentiva il dolore ma faceva finta di niente e non diceva nulla.

In realtà non dicevo nulla solo perché tutta la parte destra del mio corpo era completamente priva di sensibilità. Poi finalmente il prelievo del midollo e la risposta. Sclerosi multipla.

Da quel momento sedia a rotelle, poi stampelle e infine di nuovo in piedi.

Nonostante tutto ho un carattere solare che non ho mai perso. In questi anni ho fatto di tutto per non pesare sugli altri anche se ne avrei avuto bisogno.

All’età di 27 anni, a causa delle terapie fatte sino a quel momento, il medico mi ha detto che purtroppo non sarei più riuscita ad avere figli. Il mio organismo mi aveva portata ad una menopausa precoce.

Mi è crollato il mondo addosso, ma non mi sono fermata. Ho bussato alle porte di tutti i centri di fecondazione assistita fino a quando, a Bologna, non ho trovato delle persone e dei medici che hanno sposato la mia causa.

A quel punto ho scelto. Stop ai farmaci, rigenerazione del sangue e 3 mesi per provare a diventare mamma. È così che, con l’aiuto di mio marito, tanto impegno e fatica, eccomi a novembre in attesa! Inizia la mia gravidanza.

A luglio del 2006 è nato il mio motivo per non mollare mai.

La sclerosi multipla è brutta, è imprevedibile, è incontrollabile ed ingestibile, ma sta a noi farle capire chi comanda.

Da quando è nato mio figlio, anche se con tanta fatica, continuo ad andare avanti e indietro tra ospedali e visite e cure. E sostengo la ricerca perché ci spero e perché non mollo.

Non vergognatevi di cosa siete e di cosa avete. Andate sempre avanti e non lasciatevi andare. Vivete tutto al massimo, anche se con i vostri limiti.

Francesca

Se vuoi condividere la tua storia su Giovanioltrelasm, scrivici a blog@giovanioltrelasm.it .

4 commenti

  1. Comanda sempre lei. Noi possiamo curarci e sperare….
    In bocca al lupo.

  2. Francesca Calamita Reply to Francesca

    Noi siamo più forti della Sm!!!!!!

  3. Domizia Di Gennaro Reply to Domizia

    …. leggendo la storia di Francesca mi sono commossa ……… io ho fastto i medesimio passi che ha fatto lei sono stata a Bologna a fare il prelievo dei miei ovociti …..purtroppo non avevo un compagno x poter mettere al mondo un figlio!!!!
    Ma leggendo la storia di Francesca mi sento di assomigliarle sono solare allegra e positiva ,sono 23 anni che ho la SM ( STRONZA MIGNOTTA ) non mi sono mai data x vinta e quando sento persone giovani con questa malattia parlo e racconto la mia storia. Ragazzi ascolate chi sa qualcosa di questa malattia .Un abbraccio Domizia

  4. Bravissima Francesca, hai un carattere che sa combattere e vincere anche su questa “nostra amica” a volte antipatica!complimenti, continua così!!!anch’io cerco di essere SEMPRE COMBATTIVA e non mollo mai.

    Un abbraccio,

    Annalisa!

Rispondi