Storie per un mondo libero dalla sclerosi multipla

8 commenti

  1. forza eddy un abbraccio grosso e un in bocca al lupo per tutto

  2. Ti ringrazio sei davvero un campione e vedrai riusciremo a volare di nuovo chi ti scrive è una donna di 50 anni che un mese prima che arrivassi a questo traguardo mi hanno diagnosticato sclerosi multipla progressiva
    Sai il mio soprannome da quando ero una bambina che mi hanno affibbiato i miei genitori: Attila

  3. ❤️ Siamo tutto insieme

  4. Angela Murgia Reply to Angela

    Vai avanti così Eddy e non sentirti solo,non lo sei ,se non altro in questa esperienza. Anche x me è stato come se una montagna mi cadesse addosso nel momento in cui un anno fa mi si diceva di avere la Sm. Ero nello studio della Primario dell’ospedale dove ero stata ricoverata un mese prima semiparalizzata da un lato del corpo, con mio figlio 14enne che mi teneva la mano e proprio in quel momento,le parole mi arrivarono come una pugnalata e il pianto fu intrattenibile. E’ difficile da accettare una malattia del genere,non sai esattamente che cosa sia e la cosa più brutta è stata quella di sentire il tremito di mio figlio,non avrei voluto che proprio lui assistesse a quella diagnosi. Oggi però ringrazio Dio che in quell’istante ci fosse lui con me,è la mia forza e ogni giorno che passa mi ripeto che non sono sola. Insieme a me c’è mio marito,mia figlia e mio figlio e in più…ci siete tutti voi ,insieme ce la faremo <3

    • Ciao Angela :*
      Hai un figlio e una famiglia speciale e non c’e cosa piú bella al mondo dell’avere qualcuno su cui poter contare.
      L’amore é in grado di farci fare cose inimmaginabili.

      Ti abbraccio e si,
      ce la faremo <3

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali