Un anniversario un po’ particolare

Alessia

7 luglio 2011. Sono trascorsi quattro anni da quel fatidico giorno in cui tutto è cominciato. Quattro lunghi anni trascorsi tra alti e bassi e tra varie peripezie. Quattro anni in compagnia, o forse in continua sfida, con “l’invisibile”, indegno persino di un nome specifico. Quante volte sono caduta in questi anni.. e quante volte ho stretto i pugni e mi sono rialzata… ma non è sempre così semplice e a volte mi accorgo di come basti anche solo un granello di sabbia per farmi inciampare e crollare a terra. E’ passato tanto tempo, ma a quanto sembra per me non è abbastanza: non è sufficiente per scacciare vecchi fantasmi e vecchi ricordi, non basta ad esorcizzare le mie paure… non basta a dare  risposte alle mie domande.

Eppure in tutto questo c’è una nota positiva: gli affetti, gli amici, AISM… In particolare il mondo AISM mi ha permesso di provare a mettere le ali e di provare a volare. Da persona con SM a volontaria un po’ particolare.. mi ha insegnato a vedere la grandezza delle nuvole.. anche se non sono ancora capace di attraversarle. Voglio credere che un giorno riuscirò a volare in alto, tanto in alto.. e voglio immaginare che quando sfiorerò le soffici nuvole.. svaniranno tutte le mie ansie, le mie paure.. e con loro questo blocco allo stomaco  che come “un ovosodo.. non va nè in su, nè in giù”. In fondo, comunque andranno le cose, Piovani dice che.. “dietro le nuvole c’è sempre un raggio che sfavilla già”…

7 commenti

  1. Ti accorgerai che quando non avrai più l’ovosodo non starai volando ma sarai ancora più felice a terra camminando insieme……….. nel mio cuore ci sei.

  2. Sei una GRANDE!!!!! Ed è proprio la tua persona, la tua voglia di vincere di sfidare la vita che ti porterà più in alto di quanto credi!!!! T abbraccio Ale un bacino

  3. A me sembra gia’ di volare…accanto a te.

  4. ..grazie ragazze…

  5. Ciao! è la prima volta che scrivo, ho 33 anni e proprio oggi a causa di problemi legati alla SM (ce l’ho da 3 anni) ho dovuto interrompere una cosa che era importante nel mio cammino sulla strada per diventare prete.
    beh..semplicemente grazie… sono un po’ giù e avevo bisogno di leggere un po’di parole sincere… grazie

    • Lo so Paolo.. ti scrivo con grande ritardo… ma voglio dirti solo una cosa.. grazie a te per aver letto il mio post e per aver compreso la sincerità delle mie parole. In fondo questo blog serve anche e soprattutto a questo.. a sentirci meno soli.. 😉 Spero continuerai a leggerci, nonostante il ritardo con cui rispondo al tuo commento.. 🙂

  6. La vita non offre piacere più grande del superare le difficoltà e passare da un successo ad un altro, del formare nuovi desideri e di vederli realizzati.
    (Samuel Johnson)

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali