Benessere e sclerosi multipla, a tu per tu con un’amica

Avatar

Star bene con se stessi e con gli altri, avere una sensazione di serenità. Serenità perché “pace” è un po’ troppo. Serenità fisica, ma soprattutto mentale, perché parte tutto da lì. A parlare è Francesca, amica e blogger. È veramente possibile trovare o ritrovare questa sensazione di serenità dopo una diagnosi di sclerosi multipla? Ecco la sua esperienza.

Come è cambiato il rapporto con te stessa dopo la diagnosi?

All’inizio è andata male, ho passato un periodo di depressione e ho lasciato tutto, anche perché ho avuto un sintomo che non mi permetteva di fare sport. Io sono una persona molto sportiva e non fare sport mi ha portato al non benessere, poi il sintomo è sparito, ne sono uscita fuori ed è cambiato molto. Infatti, a parte continuare a giocare a pallavolo, mi sono dedicata proprio al mio benessere mentale e quindi ho cominciato a provare cose che non pensavo che avrei mai fatto.

Ho provato yoga ad esempio, che non faceva per me perché non sono molto elastica, però poi ho provato la mindfulness e mi ha stravolto la vita. Sono una persona che rimugina tanto e la mindfulness ti fa restare sul momento presente. Ti fa concentrare e ti rende consapevole di te stesso, del tuo corpo. La mindfulness mi ha liberata ed è stato pazzesco.

La tua idea di benessere è cambiata dopo la diagnosi?

Certo, assolutamente sì. Anche nel semplice modo di vivere. Prima benessere era uscire con gli amici e divertirsi. Adesso è più ascoltare il mio corpo, è stare bene con me stessa prima di stare bene con gli altri.

Relazione tra benessere, equilibrio e serenità… Questa non te l’aspettavi!

È una bella domanda questa. È fondamentale la relazione tra benessere equilibrio e serenità. In particolar modo l’equilibrio. Se sei sereno stai bene e quindi c’è il benessere, poi l’essere sereno vuol dire che la tua vita è in equilibrio almeno in parte. È tutto collegato ed è legato anche alla malattia. Io da quando sono serena mi sento davvero bene.

Benessere e stile di vita sano.

Lo stile di vita sano vuol dire “mangiar bene, dormire…”. Mangio molto bene e questo me lo ha fatto capire la malattia, perché per due anni nonostante non assumessi nessun farmaco, mi sentivo più energica, stavo meglio, dormivo meglio. Ho smesso di fumare e probabilmente se non mi fosse venuta la sclerosi multipla non lo avrei fatto o magari avrei smesso ma più in là, chi lo sa, non posso saperlo. La malattia non mi ha costretta a fare dei cambiamenti, ma mi ha fatto rendere conto che uno stile di vita sano e più equilibrato mi avrebbe fatto bene.

2 commenti

  1. Grazie per la tua testimonianza Francesca. Concordo su tutto e mi dai l’occasione per valutare la mindfulness 😉

Rispondi

Ho preso visione dell’Informativa sulla Privacy e acconsento al trattamento dei miei dati personali